Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Centro Polifunzionale: da settembre pronto a funzionare a pieno regime

Prendono sempre più forma le attività del centro polifunzionale di Bussero, ormai quasi pronto a funzionare a pieno regime, sempre nel rispetto delle misure di contrasto al Covid-19. Dopo l’avvio delle attività del Centro di Aggregazione Giovanile “Geko”, che da gennaio hanno trovato una “nuova casa” al Centro Polifunzionale, sono in corso le procedure per affidare la gestione di tutti gli altri spazi della struttura busserese. Oltre allo spazio ristoro e all’area dedicata alla fisioterapia e ginnastica posturale, collocate presso il palazzetto e in fase di assegnazione, entro i primi giorni di settembre si concluderà il bando che affiderà il teatro e il “cupolone”, nella parte superiore della struttura.

Chi li gestirà porterà a Bussero attività culturali e formative-artistiche, con la chiara indicazione di mantenere attiva la connessione con l’Amministrazione comunale e le diverse realtà del paese. Il gestore, infatti, dovrà mettere a disposizione del Comune gli spazi, compresi di service tecnico, per 50 giorni all’anno, e garantirà alle scuole 500 ore annuali di attività che saranno erogate sulla base delle esigenze dell’Istituto Comprensivo.

Indicazione leggermente diversa invece per la conduzione degli spazi nella parte sportiva che rimarranno per ora in capo all’Amministrazione comunale. La palestra del centro polifunzionale sarà in grado di ospitare le associazioni sportive busseresi che ne hanno fatto richiesta. Uno spazio arrivato al momento giusto e che, viste le limitazioni e le regole per impedire la diffusione del Covid-19, garantirà agli sportivi busseresi, e non solo, luoghi idonei e sicuri dove svolgere la loro attività, liberando così le strutture interne alle scuole che potranno essere utilizzate in via esclusiva dagli alunni, al fine di limitare al massimo gli accessi esterni, con conseguente aumento dei livelli di sicurezza.

«Una struttura per i busseresi, ma che ha l’ambizione di diventare anche uno dei centri dell’attività culturale-sportiva della Martesana – ha dichiarato il vicesindaco e assessore al Patrimonio Massimo Vadori – Un centro che contiamo di consegnare nella sua piena funzionalità alla cittadinanza in occasione della festa del paese, ai primi di ottobre. Come nella tradizione busserese siamo abituati a lavorare molto, con fatica, per raggiungere gli obiettivi, senza pensare molto ai nastri delle inaugurazioni. Nelle prossime settimane lavoreremo anche sulle iniziative da proporre per l’inaugurazione, con il nostro stile, sobrio e semplice».

Attenzione anche allo spazio esterno dove proprio in questi giorni sono state piantate 35 piante, donate da CEM Ambiente S.p.a., che verranno curate dal circolo di Legambiente la Poiana. Al fine di garantire la sicurezza del luogo, inoltre, ad oggi sono 14 gli impianti di video sorveglianza attivi presso tutta la struttura.

«A prescindere da come si concluderà la gara, voglio rivolgere un ringraziamento a quelle realtà che hanno visto in Bussero e nel suo nuovo centro polifunzionale un luogo dove investire e far crescere i loro progetti – ha concluso Vadori – Una partnership tra pubblico e privato che porterà alla nostra comunità, alle sue associazioni e scuole un valore aggiunto non indifferente».

1803 Comments