Salta al contenuto Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina
Home » News » STATO DI ATTENZIONE PER POSSIBILI FENOMENI TEMPORALESCHI

STATO DI ATTENZIONE PER POSSIBILI FENOMENI TEMPORALESCHI

STATO DI ATTENZIONE PER POSSIBILI FENOMENI TEMPORALESCHI

Un’ampia area depressionaria in scorrimento sull’Europa centro-settentrionale determina un graduale ingresso di aria più fresca in quota e progressivo aumento dell’instabilità. Dalle prime ore del pomeriggio di oggi 26/07, sono attese precipitazioni sparse, anche di moderata o localmente forte intensità, a carattere temporalesco sui rilievi alpini e prealpini e con maggior probabilità sui settori centro-orientali. Nelle ore tardo pomeridiane e serali, i temporali potranno interessare anche i settori della pianura, a partire dalla parte orientale, e successivamente si estenderanno a Ovest in tarda serata. Si prevede inoltre, dal tardo pomeriggio, un rinforzo della ventilazione da Est diffusamente in pianura e fascia pedemontana, associato agli eventi temporaleschi.

I venti si intensificheranno a partire dai settori orientali e a interessare in serata anche la parte centro-occidentale. Sono attese velocità medie della ventilazione fino a 40 km/h e raffiche fino a 70 km/h, con particolare riferimento alla parte centro-orientale. Anche nel corso della giornata di domani 27/07, persisteranno condizioni di instabilità, associate ad un flusso occidentale in quota. Nella notte saranno possibili precipitazioni a carattere temporalesco, più probabili sulla parte occidentale della pianura e fascia prealpina. Nel corso del pomeriggio attesa nuova instabilità con rovesci o temporali sparsi di moderata intensità a interessare prevalentemente i settori alpini e prealpini.

Sarà possibile un rinforzo della ventilazione da Nord nella notte sulla pianura occidentale che andrà ad attenuarsi tra mattinata e primo pomeriggio da Est sulla pianura orientale. Secondo gli attuali scenari di previsione per la giornata del 28/07, è atteso un nuovo impulso perturbato sul Nord Italia che favorirà rovesci o temporali da sparsi a diffusi con maggior probabilità sui rilievi.

Per questo motivo, la protezione civile locale verrà attivata per una “sorveglianza minima” e sino ad attenuazione dei fenomeni.

Fonte: Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali di Regione Lombardia

SUUS ‘SERA NUMQUAM

(non è mai troppo tardi)

Se è vero che non può piovere per sempre… allora è altrettanto vero che non può NON piovere per sempre. (cit. Centro Meteorologico Lombardo)

e.ma (emergency manager) Comune di Bussero

f.to  Giuseppe Palmiotto

coordinatore GCVPC-BUSSERO (Protezione Civile Locale)

f.to Marco Provvido

Send this to a friend